Meticci Vs Cani di razza: ma è davvero necessario?

Meticci Vs Cani di razza: ma è davvero necessario?

Lo so, lo so: sto per affrontare un argomento molto spinoso e ne sono consapevole. Ma è troppo comodo scrivere sempre e solo di argomenti che ci mettono tutti d’accordo, talvolta per stimolare le coscienze ad una riflessione, è necessario trattare anche di argomenti che possono creare qualche discussione. L’eterna “lotta” tra l’animalista estremista e il cinofilo convinto è sicuramente una di queste.

#adoptdontshop

E’ quasi sempre questo il motto di chi è fermamente convinto che acquistare cani sia quasi vergognoso e che il vero amante degli animali dovrebbe fare un’opera di bene, togliendo da dietro le sbarre una creatura abbandonata. Impossibile non essere d’accordo con questo principio: con tutti i cani che ci sono nei canili, perché acquistarne uno in un allevamento? Non fa una piega! Proviamo però ad approfondire un argomento quasi sempre trattato con troppa superficialità, cioè i motivi personali che stanno dietro alla scelta di prendersi un cane e tutti i vari pro e contro che questa scelta comporta:

L’aspetto etico

  • CANILE: togliere un cane da una gabbia è una delle esperienze più emozionanti che si possano provare nella vita. In quel momento ci i sente davvero una persona migliore. E probabilmente lo siamo davvero. Provare per credere.
  • ALLEVAMENTO: molti ritengono che acquistare un cane sia qualcosa che va contro natura; è il pensiero tipico di chi vede il cane alla stregua di un figlio. Se ti compro significa – in qualche modo – che non ti voglio bene, in quanto c’è di mezzo il vile denaro.

L’aspetto fisico e caratteriale

  • CANILE: spesso non sappiamo niente di un cucciolo che si trova al canile; non sappiamo chi sono i genitori, com’era il loro carattere, se il cane è cresciuto con la madre o senza, se aveva dei fratelli. Tutte cose importanti per quello che sarà lo sviluppo comportamentale di quel cane. Non sappiamo nemmeno come sarà lui in futuro: piccolo, grande, agitato, calmo, attivo…possiamo solo fare delle supposizioni.
  • ALLEVAMENTO: qui avviene l’esatto opposto. Se ci siamo recati in un allevamento di professionisti, essi devono essere in grado di raccontarci tutto di quel cucciolo: la genìa, la storia dei genitori, le esperienze che ha fatto, i vaccini, eventuali, cure, la data del suo compleanno e tutte – ma proprio tutte! – le caratteristiche e le esigenze tipiche di quella razza, positive e negative.

L’aspetto economico

Per la legislazione italiana la vendita di cani proposti come “di razza”, senza che questa qualità sia attestata da pedigree, è vietata dal Decreto Legislativo n. 529 del 30 dicembre 1992

Questo è scritto sulla home page del sito dell’enci e chiunque abbia a che fare con i cani – per lavoro o per diletto – deve sempre tenerlo a mente. Se qualcuno vi chiede denaro per un cane non di razza, sta commettendo un illecito. Scegliete voi se accettare o meno ma siatene almeno consapevoli!

  • CANILE: i cani in canile non si pagano, o perlomeno non si dovrebbero pagare. Se il futuro proprietario decide di fare una libera donazione ovviamente può farlo, a patto che si tratti – appunto – di una scelta autonoma e non imposta. Qui urge distinzione tra i canili comunali e quelli privati: questi ultimi infatti, sopravvivono solo ed esclusivamente grazie ai volontari e alle donazioni delle persone generose, dunque va da sé che per loro anche una coperta o una cuccia che il vostro cane non usa più, possono fare la differenza!
  • ALLEVAMENTO: eccola, la nota dolente. I cani in allevamento si pagano e permettetemi di sottolinearlo, si devono pagare. Perché dietro a un allevamento professionista (scusate se lo sottolineo sempre, ma per me tra un vero allevatore e un cosiddetto “cagnaro” c’è differenza come dal giorno alla notte) ci sono delle spese enormi: un ambiente estremamente pulito e curato, dei box riscaldati, un servizio veterinario disponibile H24, esami clinici e genetici sui genitori, viaggi in Italia e all’estero per partecipare alle fiere di settore e formazione. Taaaaanta formazione!!!

L’aspetto motivazionale

Questa resta per me la cosa più importante: il motivo che sta dietro alla scelta profonda per cui un individuo decide di trascorrere la sua vita con un cane. E né io, né voi, abbiamo il diritto di giudicare.

C’è chi prende un cane per sentirsi meno solo. C’è chi prende un cane perché lo desidera fin da bambino e adesso che finalmente è adulto ed è andato a stare per conto suo può finalmente realizzare questo sogno. C’è chi prende un cane perché desidera avviare con lui un’attività sportiva. C’è chi prende un cane perché purtroppo desidera un figlio e non lo può avere. La realtà è che potremmo stare qui ad elencare decine e decine di motivi più o meno validi, senza mai arrivare ad una conclusione universale per tutti.

Ciò che è veramente importante in senso assoluto è che una cane è per sempre.

Volete sapere come la penso io personalmente? Ho avuto meticci tutta la vita prima di prendere Obelix, il mio terranova con pedigree. E l’ho preso perché desideravo più di ogni altra cosa al mondo svolgere attività di addestramento al salvataggio in acqua. Non avrei mai preso un cane di quella mole e di quelle dimensioni solo per tenerlo in salotto da mattina a sera.

Questo è il mio pensiero: avere un cane di razza ha senso se decidi di svolgere con lui l’attività per la quale egli è stato geneticamente selezionato. Altrimenti, per la “sola” compagnia (si fa per dire, visto quello che può darti affettivamente un cane!), ritengo più etico togliere un cane da una gabbia. Ve ne sarà grato tutta la vita!

Ciò che non accetto e che non accetterò mai e poi mai, è sostenere il mercato nero. Acquistare un cane senza pedigree in un negozio o da un cagnaro online solo per pagarlo meno o non pagarlo affatto. Dobbiamo combattere gli sfruttatori, le spedizioni provenienti dai paesi dell’Est Europa e le cucciolate casalinghe fatte a caso solo per il mèro guadagno.

Non esistono cani di serie A e cani di serie B. Esistono proprietari consapevoli e proprietari superficiali. Persone che lavorano ogni giorno per il benessere degli animali e persone che vogliono solo guadagnarci. A noi la scelta su da che parte vogliamo stare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto